mercoledì 1 giugno 2011

Una nuova fase

Cari amici,
da oggi inizia una nuova fase per la nostra piazza, e per tutta Milano.
Da oggi sappiamo di avere un interlocutore che ha già detto parole importanti, e che sa ascoltare.
Da oggi al 9 giugno, data del ricorso al TAR, la nostra e vostra attenzione non deve calare: proseguiremo con gli spot e le iniziative per coinvolgervi tutti, per fare capire la passione civile e la partecipazione dell'intero quartiere.
Dobbiamo fermare definitivamente questo scellerato progetto e avvertire l'avvocatura Comunale e i responsabili della direzione specialistica parcheggi che il vento è cambiato: per fortuna ora si respira di nuovo senza bombole, anche grazie alle piante di Lavater!

Con l'inizio di questa nuova fase vi invitiamo a rimuovere gli striscioni "SINDACO HAI TRADITO" e naturalmente a mantenere "DIFENDIAMO P.LE LAVATER": le belle sorprese non sono finite!

Il parcheggio non si deve fare perché..."LA PIAZZA E' PATRIMONIO DI TUTTI"


4 commenti:

  1. BASTA RETORICA ORA! Il parcheggio non si fa ,sembra ovvio ,perchè i parcheggi sotterranei non risolvono il problema traffico.
    Allora: tenere il progetto della superficie e creare una piazza che diventa ISOLA PEDONALE (sento già le patetiche lobbies commercianti e automobilisti protestare...) come attualmente è il lato verso la Stoppani,che in fondo è l'unico spazio in cui ci si può ritrovare e i bambini giocare.

    DIFENDIAMO PIAZZA LAVATER e dintorni dall'invasione di auto in sosta abusiva,partecipando anche ai 5 referendum comunali del 12 giugno,altrimenti tutto resta come prima!!

    RispondiElimina
  2. Il vicino di casa di Maurizio3 giugno 2011 00:56

    Sono il tuo amico patetico.

    Hai il box ? Sono contento per te.

    Non hai l'auto ? Mi fa piacere.

    Hai dei figli ? Buon per te, forse, basta che li educhi come si deve.

    Io ce l'ho, parcheggio sempre regolarmente senza dare fastidio a nessuno negli spazi regolamentari, e non mi fa piacere la tua idea di non volere il parcheggio, di non volermi lasciare lo spazio attuale per parcheggiare, e di volermi fare ingoiare la mia automobile.

    RispondiElimina
  3. Caro amico "vicino di casa" (?)
    Vedo che ognuno vuole difendere i PROPRI interessi e non il bene comune. In famiglia abbiamo un'auto,per la quale affittiamo un posto in garage a 500 metri da casa,oltre che utilizzare le strisce gialle,quando si trova posto. Bimbi (ex bimbi) in bici (esistono i seggiolini) Ma questo è il prezzo che oggi bisogna PAGARE per il fatto stesso di avere un'automobile a Milano,altrimenti si invade per esempio piazza Lavater con la scusa "non so dove mettere l'auto".Tra parentesi in tutti i video pubblicati sul blog ultimamente è proprio il grande numero di auto in sosta che colpisce e NON FA CERTO della piazza un'oasi o un'angolo di Parigi...Da un commento recente vedo che qualcuno contesta anche l'ipotesi di creare una bella area giochi vicino alla Stoppani e migliorare la situazione del verde. Beh a questo punto vogliamo dire no al verde e no ai bambini (perchè fanno chiasso o disturbano!) e sì solo alle automobili e a i presunti diritti privati di chi ha un'auto (l'auto è mia e la metto dove mi pare...)? Auspico che anche il comitato non vada in questa direzione!
    P.S. Voterò SI' a tutti i 5 referendum cittadini

    RispondiElimina
  4. Vicino del vicino di Maurizio6 giugno 2011 13:32

    "e sì solo alle automobili e a i presunti diritti privati di chi ha un'auto (l'auto è mia e la metto dove mi pare...)?"

    Cosa c'e' di poco chiaro in:

    "parcheggio sempre regolarmente senza dare fastidio a nessuno negli spazi regolamentari"

    ?

    E pertanto "non mi fa piacere la tua idea di non volere il parcheggio, di non volermi lasciare lo spazio attuale per parcheggiare, e di volermi fare ingoiare la mia automobile"

    RispondiElimina